login
registration

Baldovina Vestri

Baldovina Vestri

Baldovina Vestri

Giovanni Vestri

Baldovina Vestri

Luogo: Via Salicotto

Contrada: Contrada della Torre

Data/periodo: nata nel 1840, morta nel 1931

Descrizione: Baldovina Vestri nacque a Siena il 24 febbraio 1840, e a Siena morì il 5 dicembre 1931. Registrata all’anagrafe come Argìa Clotilde, nel 1849 è già chiamata Baldovina, nome di origine tedesca formato dall’elemento baltha, coraggioso, e da wini, amico. Baldovina significa dunque amica coraggiosa. E coraggiosa davvero fu quando, nel 1867, maturò la decisione di lasciare la città natale e seguire Garibaldi durante la sfortunata campagna dell’Agro Romano.  Per la sua educazione fu senz’altro determinante il padre Giovanni, noto democratico, capitano della Torre il cui nome troviamo registrato nell’archivio di contrada anche come signore della festa. Al momento in cui Leopoldo II era fuggito dalla Toscana e si era formato il governo provvisorio repubblicano nel febbraio 1849, Vestri era stato tra coloro che avevano innalzato l’albero della libertà in Piazza del Campo. Al ritorno del granduca, si era verificato un vero e proprio assalto a Palazzo Vestri, la ‘strana’ casa da lui costruita senza scale e posta in via Salicotto (odierno numero civico 108); ma Giovanni era riuscito a fuggire emigrando prima a Livorno quindi a Bastia. Rientrato a Siena diverrà fervente garibaldino, così come i figli Archimede (anche lui Protettore della Torre) e Ademaro, e raccoglierà fondi per il Generale. Poco sappiamo della vita di Baldovina dopo la sua partecipazione alla campagna dell’Agro Romano, durante la quale ricevette da Garibaldi la camicia rossa, prezioso e amato cimelio con il quale chiederà di essere sepolta, unica donna presente nel quadrilatero dei garibaldini al Cimitero del Laterino a Siena. Dopo un ventennio trascorso fuori Siena, vi fece rientro negli anni Ottanta e si iscrisse nel 1895 alla Pubblica Assistenza. L’archivio della Pubblica conserva un Ruolo di donne dove con il n. 6 è registrata Vestri Balduina. Condizione: attendente a casa. Età: anni 45. Domicilio: Salicotto n. 104. Data dell’ammissione: 1 Febbraio 1895. L’attività di Baldovina negli anni della prima guerra mondiale è intensa. “Il Risveglio”, giornale femminile interventista diretto da Margherita Bartalini, scrive di lei il 14 aprile 1918: Lavora instancabilmente la lana per gli indumenti da soldato, vigila sull’infanzia dei poveri, coadiuva l’opera della carità ufficiale cittadina, oppure va in giro […] questuando per l’opera di assistenza ai figli dei combattenti. E nessuno rifiuta di mettere l’obolo nella gamella da soldato legata dal tricolore, ch’ella tende silenziosamente. Nella casa di via Salicotto Baldovina trascorse gli ultimi anni della sua vita. Il torraiolo Renato Pianigiani, nipote di Garibalda Soldatini Eutropi, ricorda ancora le frequenti visite a casa Vestri insieme alla nonna, quando Garibalda ascoltava da Baldovina ormai molto anziana il racconto delle res gestae garibaldine: le esperienze, i valori, si trasmettevano di generazione in generazione, di donna in donna, di torraiola in torraiola. Non è un caso che il nome di Baldovina Vestri compaia nei cataloghi di donne illustri: in un Risorgimento senese avaro di protagonismi femminili, l’esempio di questa popolana si staglia nella società senese con i tratti della ‘santa laica’, la cui operosità e dedizione sociale nel periodo della grande guerra appare in assoluta continuità con l’impegno patriottico risorgimentale.

Bibliografia:

Marri Martini L., Donne di Siena, in ¾ di secolo. Numero unico dedicato alle donne di Siena, Siena, Editoriale d’arte Meini, 1939, pp. 21-25

Michel E., voce Vestri Giovanni, in M. Rosi, Dizionario del Risorgimento Nazionale. Alle origini a Roma capitale. Fatti e persone, vol. IV: Le Persone. R-Z, Milano, Vallardi, 1937, pp. 561-562

Orestano F., Eroine, ispiratrici e donne d’eccezione, Milano, Ist. Edit. Italiano, 1940, p. 389

Savelli A., Dalla città alla nazione. Appunti sul Risorgimento senese, in Contrada della Torre, E il vento del Risorgimento soffiò su Siena e il suo Palio, Siena, Cantagalli, 2011, pp. 7-17

Savelli A., Dall’azione politica alla filantropia: Baldovina Vestri, “il Volontario. Periodico dell’Associazione di Pubblica Assistenza di Siena”, 2012, n. 1, pp. 9-10

Autore scheda: Contrada della Torre; Aurora Savelli

invia ad un amico Stampa
  • Dove si trova sulla mappa
    • Baldovina Vestri
      Giovanni Vestri